DISCOVER OUR SERVICES

Come and join us we ride on the most famous and beautiful trails in the mountains in the region of Ticino or in the rest of Switzerland.
Book your guide today.

#twowheelsonelove

Why Choose Ticinofreeride?

We doing our job with passion about 10 years and we know where the best trails are to be found for all levels of riding and has inside knowledge of all the good restaurants and coffee shop’s in the area.

Our team is made up entirely of certified swiss cycling guides.
We also perform for your needs for media supervision, production support, location scouting, skills trainings, your event and much more!

Guiding

First time in Ticino or Switzerland and not exactly sure where to go?

Why not have one of our local guides show you around this beautiful part of the world.
Your guide knows where the best trails are to be found for all levels of riding and has inside knowledge of all the good restaurants and bars in the area.

Full day - MOST POPULAR
CHF 430.00
From 9am to 4pm
Price per instructor / Guide
Half day
CHF 270.00
9am-12am or 1pm-4pm
Price per instructor / Guide
Per hour
CHF 90.00
Minimun 2 hours
Price per instructor / Guide

Bike shuttle

Be Shuttled to and guided on some of the best and most beautiful singles trails that Ticino / Switzerland and the surrounding area has to offer.
We have a wide variety of trails on offer for various skill levels so there will be something for everyone and we work together with a big network of guides in Switzerland.

 

Shuttle tour & guide - full day
  • 1020.- CHF (VAT and expenses included)
  • certified MTB guide
  • driver
  • van + bike specific trailer 
  • unlimited km, throughout the Sopraceneri
  • snacks on the van
  • up to 6 bikers with their bikes (=> from 170 CHF / person)
  • departure from the Biasca railway station

 

Shuttle tour – full day
  • 525.- CHF (VAT and expenses included)
  • Driver
  • Van + bike specific trailer
  • unlimited km, throughout the Sopraceneri
  • snack on the road
  • up to 7 bikers with their bikes (=> from 75 CHF / person)
  • departure from train station Locarno 

Trail taxi

Postbus not flexible enough or not enough space for your bikes? ticinofreeride’s Trail Taxi will get you out on the trails.

Our Trail Taxi Service will take you to the start of the tour and/or pick you up at your destination.
Our Trail Taxi is very flexible and will make sure you and your bikes arrive in comfort.
Our prices are depending on distance, number of people and time required.
Contact ticinofreeride for an offer to make your time on the bike as easy and hassle free as possible.

Our Trail Taxi will help you out in any situation.

Courses

In our program you will find customized driving technique courses for all ages and levels, alone or in a group.

We will show you how you can enjoy the trails on your bike with greater safety and fun.

Go out into the open air and forget about technology for a while.
In a playful and experience-oriented way, we teach children, teenagers and novices of this sport the necessary driving technique on how to manage the bicycle safely and playfully. Whether you are a beginner or a small champion, our model ensures you find the right confidence.

But first we practice in a safe place, and then we follow the various paths of the region to apply what we have learned.

 

Course for beginners

Learning objectives:

  • Cockpit and bike adjustment
  • Ascent and descent
  • Body, foot and crank positions
  • Technique for changing gears
  • Driving, pedaling, cornering and braking techniques on various surfaces
  • Drive on your feet
  • Uphill and downhill positions

Age: from 8 years

Participants: From 1 to 8 participants

Equipment:

  • Bike maintained impeccably
  • Helmet (mandatory)
  • Bike clothing adapted with rain jacket, sunglasses
  • Cycling gloves, knee and elbow protectors (recommended)
  • Spare inner tube, pump and tools for minor repairs
  • Drinks and snacks
  • Personal medications (allergies and health problems must be reported to the guide)

Costs:
CHF 70.- per hour
+ CHF 10.- for each additional participant

 

Course for advanced bikers

Learning objectives:

  • Drive in a group
  • Choice of the ideal line
  • Rolling on obstacles
  • Lift the front and rear wheels
  • Bunnie Hop
  • Raise the rear wheel for sharp turns
  • Manual and wheelie
  • Jumps

Age: from 8 years

Participants: from 1 to 8 participants

Equipment:

  • Bike maintained impeccably
  • Helmet (mandatory)
  • Bike clothing adapted with rain jacket, sunglasses
  • Cycling gloves, knee and elbow protectors (recommended)
  • Spare inner tube, pump and tools for minor repairs
  • Drinks and snacks
  • Personal medications (allergies and health problems must be reported to the guide)

Costs:
CHF 70.- per hour
+ CHF 10.- for each additional participant

Social freeride

Stiamo per entrare nei mesi bui, nel senso che le ore di luce calano e, ciliegina sulla torta, domani notte torna l’ora solare, accorciando ancor di più le giornate.

Ecco qui 10 motivi per andare in mountainbike in notturna

1. Raidare nell'oscurità ti aiuta a migliorare ...la tecnica di guida
2. I trail che conosci a memoria, ti appariranno del tutto differenti
3. I sentieri di notte sono vuoti
4.In estate, troverai temperature più basse
5. Puoi praticare il tuo sport, una volta che hai completato tutti i tuoi compiti quotidiani
6. È una buona scusa per procurarti dell'attrezzatura nuova
7. Un night ride é più social
8. Utile metodo per evitare conflitti con altri utenti
9. Goditi lo spettacolo delle luci
10. Espandi la tua stagione
.
.
.
.
.
#bikeforlife #rideday #eveningride #longride #weekendride #bikeswithoutlimits #nightrides #sundayride #nightriders #nightriders

Lo sport ci salverà, almeno mentalmente ...
Per uscire sani di mente da questa situazione bisogna ingegnarsi. Noi biker abbiamo un’àncora di salvezza a portata di pedale. Per chi non l'avesse ancora fatto, consigliamo di farsi il pensiero di procurarsi una luce per le uscite in ...notturna perché stiamo per entrare nei mesi bui, nel senso che le ore di luce calano e, ciliegina sulla torta, sabato notte torna l’ora solare, accorciando ancor di più le giornate. Non rimane che contare i giorni fino al 21 dicembre, il solstizio invernale. Da lì in poi, minuto per minuto, la luce combatterà con successo contro il buio.

Fonte: Marco Toniolo - MTB MAG

Ciao a tutti, siamo alla ricerca di rider per effettuare un photoshooting e anche un video per la promozione del nuovissimo pump track di Faido. Idealmente ancora quest’anno.
Vi chiediamo quindi la vostra disponibilità in uno dei prossimi fine settimana.
Se siete disponibili mettetevi ...direttamente in contatto con noi TRAMITE MAIL a [email protected], lasciandoci i vostri dati di contatto in modo tale che possiamo ricontattarvi per organizzare la giornata.
.
.
.
.
.
Bellinzonese e Alto Ticino Turismo Ticino Turismo Velosolutions

Ora il Palmares di Nino Schurter è al completo: grazie a una manovra tattica e scaltra (v. video) il grigionese, al Monte Ceneri, conquista l'ultimo titolo elite che gli mancava piazzandosi davanti al francese Titouan Carod. A Mathias Flückiger manca il cruciale “mezzo punto percentuale”... ed è comunque premiato con la medaglia di bronzo.

Premiere del film: René Wildhaber - Born to Ride

Un nuovo cortometraggio mostra come René Wildhaber, figlio di contadini di montagna del Flumserberg, sia diventato uno dei migliori discesisti di lunga distanza al mondo. Il film verrà proiettato per la prima volta al pubblico domenica 18... ottobre, nell'ambito del Season End Party sul Flumserberg, al ristorante Prodalp. La prima esibizione è alle 11, sarà presente anche René Wildhaber in persona.

La famiglia di René Wildhaber si spostava tra tre fattorie che si trovavano a diverse altitudini sul Flumserberg. Una vita al ritmo dell'agricoltura di montagna. Non c'era una sola bici in fattoria, lo sport era irrilevante per tutta la famiglia, "il lavoro quotidiano era già abbastanza faticoso", descrive Wildhaber.
In qualche modo ha imparato comunque ad andare in bicicletta e ha trovato una bici della sua taglia. Utilizzando scene d'infanzia di René e dei suoi pensieri e sogni, il film “René Wildhaber - Born to Ride” mostra come la sua carriera sia stata tutt'altro che predeterminata.
Il protagonista segreto del film è Gian Andrea Girardi, un bambino di sei anni, che interpreta René Wildhaber nei panni di un contadino. Ovviamente non manca l'azione in mountain bike, ad esempio quando il giovane «Wildi», insieme a Claudio Caluori rendono insicuri i prati alpini del Flumserberg, alla mitica e temuta partenza della Mégavalanche Alpe d'Huez a René Wildhaber come allenatore dei junior. Le scene dell'infanzia sono state girate in due delle fattorie dei Wildhaber, che ora sono gestite dai due fratelli maggiori di René. Il film dura solo poco più di otto minuti. Tuttavia conoscerete Wildi meglio di prima, e poi potrete tornare sui trail del Flumserberg. Perché questa domenica gli impianti di risalita porteranno in quota gli appassionati di mountain bike per l'ultima volta in questa stagione 2020.
.
.
.
.
.
#borntoride #rené #wildhaber #wildi #flumserberg #prodalp #premiere #cortometraggio #endofseason René Wildhaber Claudio Caluori #seasonendparty #mtb #mtblife #bike #mountainbike #cycling #bikelife #downhill #enduro #mountainbiking #mtblove #cyclinglife #mtblifestyle #dh #ride

Guarda e goditi i campionati europei di mountain bike 2020 che si stanno svolgendo presso il Monte Tamaro - Monte Ceneri, in diretta streaming online.

✅ Live Stream Online 🔴 http://eurocycling.live/EuroMTB2020/
.
.
.
.
.
#mtbaddict #mtbtrails #mtbdaily ...#mountainbiking #mtbride #euromtb20 #vcmontetamaro #livestreaming #mtb UEC - Union Européenne de Cyclisme Ticino Turismo Lugano Region

La disaggregazione

In questa parola si nasconde l'assurda strategia di tenere lontani gli appassionati di mountain bike dagli escursionisti e viceversa. "la disaggregazione" si basa sull'opporsi a vicenda, ma noi pensiamo il contrario, il futuro sta nella ...convivenza.

Per molti, "disaggregazione" è una sorta di parola magica del momento. Gli appassionati di mountain bike qui, gli escursionisti là. “la disaggregazione” è la super formula per porre fine una volta per tutte ai supposti guai sui single trail. Percorsi separati portano all'armonia nelle varie zone di conflitto. Sembra logico a prima vista, ed è per questo che funzionari, esperti del turismo, pianificatori del territorio e persino consulenti specializzati si affidano sempre più a questa parola magica. Lo fanno perché per loro è la soluzione più semplice: costruire un nuovo sentiero cosicché gli appassionati di mountain bike e gli escursionisti sono felici. Suona quasi come na favola, ma è un vicolo cieco fatale.

Per una "disaggregazione" consistente dovrebbero essere effettuati massicci investimenti nell'infrastruttura di nuovi appositi trail. Questo è economicamente ed ecologicamente seriamente discutibile. La separazione porta a una massiccia invasione della natura, mentre gli appassionati di mountain bike e gli escursionisti cercano proprio una natura intatta. Non c'è niente di sbagliato nell'uso di tracciati separati. Ma non si tratta di disaggregazione, ma di gestione locale di folle sempre più grandi. In definitiva, il problema della congestione del Gottardo non può essere risolto costruendo nuove autostrade su tutta la tratta nord-sud.

Anche l'apartheid" era disaggregazione"
"la disaggregazione" non ha mai funzionato nella storia umana. In Sud Africa, ad esempio, volevano "disaggregare" le popolazioni bianche e nere. La disaggregazione ha semplicemente un nome diverso qui: apartheid. E anche in Germania, 80 anni fa, la gente voleva una separazione definitiva. Entrambi, sono finiti in un disastro colossale. E le attuali manifestazioni di Black Lifes Matters negli Stati Uniti, riguardano essenzialmente la lotta contro la disaggregazione sociale ed economica. E questa strategia dovrebbe indicare la strada verso il futuro della mountain bike?

La storia recente dell'umanità ha dimostrato che il modello futuro si chiama “l'uno CON l'altro” e non “l'uno CONTRO l'altro”. Tuttavia, ogni pista ciclabile o trail di nuova costruzione favorisce il conflitto, perché si basa sul modello di pensiero: mountainbiker lì, escursionisti là. Con questo ci stiamo dirigendo direttamente nel vicolo cieco della "separazione".

Fonte: ride.ch/blog/giger

Boom! La svizzera Camille Balanche a Leogang, diventa campionessa del mondo nella disciplina downhill!

Incredibile: in una folle gara, Camille Balanche è diventata la prima donna svizzera a vincere il titolo mondiale d'elite nella disciplina del downhill. Sale al trono al posto della... campionessa in carica, la francese Myriam Nicole, terza la slovena Monika Hranstnik. Nella categoria maschile, Reece Wilson vince a sorpresa: Noel Niederberger si piazza al 25° posto.

I campionati mondiali di discesa sono degenerati in un piccolo disastro a causa del maltempo. I nuovi tratti nel bosco sono già ammorbiditi, arruffati e praticamente impraticabili già prima della gara, ma col tempo durante le discese valide per le qualifiche, sono diventati sempre più gestibili, ma comunque abbastanza difficili da completare senza intoppi di vari tipi.

Il giorno della gara, la pioggia trasforma completamente la pista in uno scivolo, spesso impraticabile. Molti atleti spingono persino le loro bici, soprattutto sulle linee trasversali. Gli pneumatici sono così impastati di fango che il normale funzionamento é praticamente impossibile, per non parlare di una guida controllata. I trailbuilder probabilmente avevano ottimi propositi, ma hanno completamente ignorato il rischio di maltempo tipico del periodo autunnale - questo non è rappresentativo per questo sport.

“Sono caduta in quasi ogni sessione d'allenamento, motivo per cui il mio obiettivo principale era scendere una run "sicura” e non forzare nulla, né lasciarmi stressare. Rimanere calma era la mia chiave per l'oro. Non mi rendo davvero ancora conto di aver vinto. Diventare campionessa del mondo è un grande desiderio di ogni atleta, e averlo raggiunto, rimane per sempre», afferma Camille Balanche dopo il suo più grande successo.

Facciamo i nostri auguri a Camille per il grande risultato ottenuto, in condizioni così estreme.

Ticino freeride TV

Pin It on Pinterest

Share This